Giovedì 25 ottobre, presso l’Università degli Studi di Catania si è svolta la giornata di apertura del progetto “AGM for CuHe – Advanced Green Materials for Cultural Heritage “, finanziato nell’ambito dei Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale – area di specializzazione Cultural Heritage – del Programma Operativo Nazionale del MIUR per il periodo 2014-2020.

Al progetto “AGM for CuHe” il Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi partecipa quale Soggetto proponente, con il coinvolgimento, quali Soggetti attuatori, del Consiglio Nazionale della Ricerche e dell’Università degli Studi di Messina.

Alla compagine progettuale, che vede l’Università degli Studi di Catania quale Soggetto capofila, partecipano:

  • Costruzioni Edil Ponti Soc.Coop a r.l
  • Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi scarl
    • Università degli Studi di Messina
    • CNR
  • INSTM – Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali
  • LBC Società Cooperativa Artigiana
  • G.A.RES. S.R.L.
  • Piacenti S.p.A.
  • SB Engineering Srl
  • Università degli Studi di Firenze
  • Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  • Università degli Studi di Pisa

Il progetto prevede costi per complessivi € 9.987.623,43 e si prefigge l’obiettivo di potenziare e far progredire le conoscenze e la sperimentazione di materiali di nuova generazione con ottime caratteristiche tecniche per il recupero e il restauro di edifici di interesse storico-artistico appartenenti al patrimonio culturale soprattutto in aree con elevata attività sismica. Contemporaneamente la ricerca mira allo sviluppo di modelli innovativi degli interventi di recupero e restauro.